«Ma io non voglio andare fra i matti», osservò Alice.
«Be’, non hai altra scelta», disse il Gatto «Qui siamo tutti matti. Io sono matto. Tu sei matta.»
«Come lo sai che sono matta?» disse Alice. «Per forza,» disse il Gatto: «altrimenti non saresti venuta qui.»
Alice nel paese delle Meraviglie, Lewis Carrol

16/09/09

Settembre


l
Ines querida


Non mi vedi mai nei film, son sempre quello che riprende. Che la forchetta va a sinistra te l' avrò detto mille volte. Che il vino rosso fa buon sangue, sangue nuovo, sangue amaro. E chi bene mangia e beve fa buon sesso.
E non sono canzoni per parrucchiere, sono languidi baci e calci nel sedere, sono lacrime e sangue, e miele tra le gambe, sono estasi e passione, la mia immaginazione. Volevo prendere un acquario per parlare con i pesci, di Platone e della vita, della mia loquacità. Stavo con te per quei massaggi che mi facevi sulla fronte, che mi facevano dormire così bene. Ma non sono canzoni per parrucchiere, sono languidi baci e calci nel sedere,
sono lacrime e sangue e miele tra le gambe, sono estasi e passione, la mia liberazione, la mia immaginazione, la mia liberazione, la mia immaginazione.

Stadio, Canzoni per parrucchiere
l l