«Ma io non voglio andare fra i matti», osservò Alice.
«Be’, non hai altra scelta», disse il Gatto «Qui siamo tutti matti. Io sono matto. Tu sei matta.»
«Come lo sai che sono matta?» disse Alice. «Per forza,» disse il Gatto: «altrimenti non saresti venuta qui.»
Alice nel paese delle Meraviglie, Lewis Carrol

04/04/08

Aprile


E quando aspetto
e' come un cane affannato
allacciato alla porta del supermercato.
E quando guardo
lo voglio gia' tutto impresso dentro di rosso e di nero.
E se desidero e' cosi' forte
che ti attaccherei coi denti.
E' che niente sta mai nel mezzo,
e sempre totalmente estremo e' il mio modo.
E quando mi manchi

e' un buco palpitante che mi sbrana il petto.

2 commenti:

monica indelicato ha detto...

brrr...ho la pelle d'oca! Bellissima. Chissà come viene in spagnolo...

Luciana ha detto...

Bella veramente!