«Ma io non voglio andare fra i matti», osservò Alice.
«Be’, non hai altra scelta», disse il Gatto «Qui siamo tutti matti. Io sono matto. Tu sei matta.»
«Come lo sai che sono matta?» disse Alice. «Per forza,» disse il Gatto: «altrimenti non saresti venuta qui.»
Alice nel paese delle Meraviglie, Lewis Carrol

05/03/09

Domani nella battaglia pensa a me



"Domani nella battaglia pensa a me, e cada la tua spada senza filo. Domani nella battaglia pensa a me, quando io ero mortale, e lascia cadere la tua lancia rugginosa. Che io pesi domani sopra la tua anima, che io sia piombo dentro al tuo petto e finiscano i tuoi giorni in sanguinosa battaglia. Domani nella battaglia pensa a me, dispera e muori". Riccardo III, Macbeth, W. Shakespeare

Mañana en la batalla piensa en mí, y caiga tu espada sin filo.
Mañana en la batalla piensa en mí, cuando fui mortal, y caiga herrumbrosa tu lanza. Pese yo mañana sobre tu alma, sea yo plomo en el interior de tu pecho y acaben tus días en sangrienta batalla. Mañana en la batalla piensa en mí, desespera y muere.
Ricardo III, Macbeth, W. Shakespeare

4 commenti:

Lara Norscia ha detto...

che delicatezza questa immagine... nascondere gli occhi dietro fragili fiori...

Xavier Salomó ha detto...

Hola, Roberta!
Felicitats per la teva feina! Quina sort trobar-te divendres passat a l'expo de la Mariona!
Una abraçada i molta sort!
(Em miraré atentament el llibre de Dickens, que fa molt bona pinta!)

monica indelicato ha detto...

mmm, mi intriga questa! Soprattutto l'espressione accigliata che si intravvede dietro ai soffioni...

Iván Bravo ha detto...

qué poderoso!!